Una particolarità dell’Oltrepo’: la rosa “Duchesse di Montebello”

Su suggerimento di un lettore degli articoli del nostro sito, vogliamo parlarvi di una varietà di rosa nel cui nome è presente il nominativo di una località del nostro Oltrepò Pavese e più nel dettaglio si tratta della rosa nota con il nome di “Rosa Duchesse di Montebello“.
Questa tipologia di rosa viene inserita nel gruppo di appartenenza delle Gallicanae mentre il suo Gruppo ornamentale è quello della Gallia; si tratta di una delle rose galliche più raffinate scoperta in Francia nel 1824 dallo studioso Jean Laffay.
Presenta un portamento a cespuglio, tollera bene l’ombra ed i suoli poveri adattandosi bene a contenitori, zone freddissime e siepi.
Raggiunge in altezza i 120 cm mentre supera i 90 cm in larghezza; produce fiori piccoli, profumati, con petali completamente doppi e di colore rosa femmineo.
Fiorisce unicamente nel periodo estivo presentandosi con un bel fogliame scuro in modo eretto ed ordinato con un fiore dalla forma molto piena; viene potata al termine della fioritura ed è un pollonante se posta su radici proprie.


Ed ora una ricetta molto invitante….

Involtini di verza

Ingredienti:

  • 1 verza grossa, sfogliata
  • 500 grammi di carne brasata
  • 100 gr di pane secco ammollato nel latte
  • 150 gr di mortadella
  • 50 grammi di Grana Padano
  • 1 uovo
  • 500 grammi di pomodoro in salsa
  • 1 cipolla piccola
  • prezzemolo, sale e pepe

Preparazione:

Tritare la carne e la mortadella in una scodella unendovi l’uovo, il pane ammollato e strizzato, il grana, il prezzemolo e aggiustare di sale e pepe.

Intanto preparare il sugo con olio, pomodoro e cipolla.

Scottare le foglie di verza in acqua bollente salata, eliminare le costepiù dure e lasciar raffreddare.

Avvolgere una noce abbondante di ripieno in ogni foglia e disporre gli involtini nel sugo.

Lasciar cuocere mezz’ora circa a tegame coperto.

 

Buon appetito!!!!!

 

Fonti per l’articolo: il Settimanale “Il Popolo” della Diocesi di Tortona ed il sito “Museo Giardino della Rosa antica”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.