Un capolavoro alle porte dell’Oltrepo’: la Certosa di Pavia

La Certosa di Pavia Gra-Car (Gratiarum Carthusia in italiano Monastero di Santa Maria delle Grazie) è un complesso monumentale storico che comprende monastero e santuario.
Sito nel Comune ominimo di Certosa di Pavia dista solo otto chilometri circa dal capoluogo pavese.

Edificato intorno alla fine del XIV secolo dal Signore di Milano Gian Galeazzo Visconti, in adempimento di un voto espresso dalla consorte Caterina l’8 gennaio 1390, e completato nel giro di circa 50 anni nel corso del Quattrocento.
Questo complesso riassume in sè stile gotico-italiano e stile rinascimentale, con apporti architetturali ed artistici  di diversi maestri dell’epoca quali Bernardo di Venezia, progettista originario, Giovanni Solari e suo figlio Guinforte oltre a tanti altri.

Originariamente affidato alla comunità certosina, poi a quella cistercense e per un breve periodo anche a quella benedettina, in seguito all’Unità d’Italia la Certosa fu dichiarata nel 1866 monumento nazionale rientrando a far parte delle proprietà del demanio italiano insieme a tutti i tesori artistici ed architettonici in essa contenuti; dal 1968 è tornata ad ospitare una piccola comunità monastica cistwercense.

Di rilievo anche l’annesso Museo della Certosa di Pavia e la locale stazione dei Carabinieri.

Dentro la Certosa è interessante osservare la presenza di importanti monumenti artistici quali il monumento funebre di Gian Galeazzo Visconti, il monumento funebre di Ludovico il Moro e Beatrice d’Este, oltre al meraviglioso Trittico in avorio degli Embriachi presente nella cosiddetta sacrestia nuova.
Il Trittico di stile tardo-gotico presenta minute composizioni che raffigurano scene della vita di Cristo e della Madonna, oltre ad una leggenda sui Re Magi presenti nei vangeli apocrifi.

Da non sottovalutare sono, infine, i meravigliosi chiostri che ornano tutto intorno l’area del monastero e che ne rappresentano una più che degna cornice!!!

Fonti per l’articolo: wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.