San Zenone al Po’: La “Pianariva” natia di Gianni Brera

San Zenone al Po’ (San Zanon in dialetto pavese) è un Comune di 613 abitanti della provincia di Pavia in Lombardia.
Sito nel Pavese meridionale, sorge sulla riva sinistra del Po nel punto esatto in cui il torrente Olona, che attraversa il paese, confluisce nel grande fiume.
La località appare sin dal XII secolo con il nome di Sancto Zenono finendo per diventare parte della Campagna Sottana Pavese e, più precisamente, dal XV secolo della squadre (podesteria) del Vicariato di Belgioioso che aveva per capoluogo Corteolona.
Infeudato nel 1475 ad un ramo cadetto della famiglia Este di Ferrara, il feudo passò, alla morte dell’ultimo discendente della casa ducale ferrarese, sotto il controllo dei Principi Barbiano di Belgioioso finendo per assumere nel 1863 l’attuale nome di San Zenone al Po le cui vicende seguirono poi quelle del resto d’Italia al momento della sua unificazione sotto il Regno sabaudo del Piemonte.
Personalità legata al paese è senza alcun dubbio il noto giornalista e scrittore Giovanni Luigi Brera noto con il nome di Gianni Brera che qui vi nacque l’8 settembre 1919; Brera grazie alla sua inventiva ed alla padronanza della lingua italiana lasciò una profonda impronta sul giornalismo sportivo del XX secolo con un lascito di numerosissimi neologismi da lui stesso creati circa il linguaggio calcistico.
Di se stesso scrisse: “Il mio vero nome è Giovanni Luigi Brera. Sono nato l’8 settembre 1919 a San Zenone Po, in provincia di Pavia, e cresciuto brado o quasi fra boschi, rive e mollenti….Io sono padano di riva e di gollena, di boschi e di sabbioni e mi sono scoperto figlio legittimo del Po.”
Morì a Codogno il 19 dicembre 1992.

Altre personalità legate a questo luogo sono senza ombre di dubbio:

  • Ferdinando Rodolfi, vescovo di Vicenza
  • Ferruccio Garavaglia, attore di teatro e cinema muto;
  • Gualtiro Marchesi, il cui padre era originario di S.Zenone;
  • Giovanni Alessandro Brambilla proto medico dell’imperatore asburgico Giuseppe II, che fondò la Biblioteca universitaria pavese e, a Vienna, l’Accademia Josephina prima scuola al mondo di chirurgia. Fu benemerito della chiesa parrocchiale di S.Zenone;
  • Dave Cauli, stuntman

E per la serie “Una deliziosa ricetta” ecco quella di oggi: Frittata con le rane

Ingredienti per 4 persone:
400g di cosce di rana pulite
4 uova
un cucchiaio di latte
olio extravergine di oliva q.b.
80 g di parmigiano grattuggiato 36 mesi
sale q.b.

 

Scaldate molto bene un tegame antiaderente, unite le cosce di rana e fatele dorare. In una ciotola sbattete le uova con il parmiggiano, il latte e il sale.

Versate questo composto nel tegame delle rane e lasciate rapprendere a fuoco vivo come una normale frittata. Quando sarà ben cotta da una parte rigirarla aiutandovi con un coperchio e concludete la cottura dell’altra parte.

Servire con una bella insalatina fresca.

 

 

Fonti per l’articolo: Wikipedia e la rivista di cucina “Nonna paperina”di Verona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.