Recensione Osteria del Campanile – Torrazza Coste

“Consigliato per… pranzo o cena raffinata e di gusto con utilizzo di prodotti locali”

LOCATION

Dal gusto rustico e retrò, il locale accoglie il cliente facendolo sentire a proprio agio. L’ambiente è raccolto, caldo e confortevole; permette di immergersi nell’atmosfera tipica della zona.

Voto: 8,5/10

MENU

Raffinato, elaborato e di gran gusto, consente un’ampia scelta tra le portate di carne e di pesce con ottimo uso di prodotti locali, abilmente mixati a ingredienti di più ampio respiro.

Voto: 9/10

SERVIZIO

Personale molto accogliente, ben preparato e cortese. Cerca di soddisfare in tutti i modi possibili le esigenze della clientela. Il gestore sempre presente in sala è solerte nel farsi carico delle richieste.

Voto: 10/10

PREZZO

Prezzo commisurato alla qualità del servizio e delle portate.

Voto: 9/10

Per il mese di novembre, dopo accurate ricerche, abbiamo optato per l’Osteria del Campanile a Torrazza Coste, facilmente raggiungibile dall’Iper di Montebello, quindi volendo è anche l’ideale dopo un pomeriggio di shopping. Arredato con gusto e con ambiente accogliente, può essere l’ideale per una cenetta in famiglia o di coppia. Il menù alla carta è vario e consente di orientarsi su carne o pesce, con piatti anche particolari di ottimo gusto. Ricca anche la carta dei vini con molte proposte locali; in questo caso la nostra scelta è stata un Roccapietra Cruasè, di cui avevamo già parlato nel nostro articolo durante la visita alla cantina Scuropasso.
Per quanto riguarda la cena, la mia scelta è ricaduta su un antipasto composto da baccalà mantecato alla vicentina su crostone di pane nero, leggero e dal sapore delicato, da leccarsi i baffi! A seguire ho preso un primo piatto più legato al territorio, ovvero dei ravioli “Alta Valle Staffora” con ripieno di varzese, a dir poco eccezionali per il loro gusto che sa essere presente pur mantenendo una certa delicatezza che invoglia ad un bis! Anche con il secondo mi sono orientato su prodotti locali con una zucca berrettina di Lungavilla in sfoglia con fonduta al bleu de “I Gratèr” e granella di noci: per chi ama i formaggi di capra e la zucca sicuramente un’ottima scelta (il Gratèr Blu è un erborinato di capra dalla pasta morbida e fondente, gusto armonico e leggermente piccante prodotto da I Gratèr con sede a Torrazza Coste). Presente anche un lista dei dolci. In chiusura ottimo assaggio di un calice di Buttafuoco Storico!
In conclusione: locale ottimo per qualità e servizio, prezzo equo anche se potrebbe essere ancor meglio con qualche euro in meno. Consigliato!

LUCA

Il ricercatore
Abbiamo scelto di cenare all’Osteria del Campanile attirati particolarmente dall’uso delle materie prime locali e dalla cura per i dettagli nel proporle al cliente, e non siamo rimasti delusi.
Il menù si presentava ampio e vario, con possibilità di scelta che andavano dalla carne al pesce, passando per la verdura ed il vegetale in generale. Personalmente, nel corso della cena ho provato tutte e tre le componenti, lieta di variare finalmente – in quanto, va detto, ultimamente non mi sono imbattuta spesso in menù che consentissero anche alternative di verdure. Come antipasto, ho scelto appunto il burger di ceci alle erbe aromatiche, accompagnati da una gradevole maionese di piselli: un accostamento delicato e, per me personalmente, molto soddisfacente. In seguito, i tortellacci di germe di grano con baccalà e salsa al pomodoro coniugavano la golosità della pasta ripiena ad un pesce che, devo dire, mi piace molto mangiare; giusta l’entità ed il sapore del ripieno, perfetta la salsa nella sua semplicità. A chiudere, una tagliata di fassona piemontese gustosa e tenera.
Il locale è piccolo ma estremamente accogliente, ben arredato e studiato; il personale è altrettanto preparato e pronto ad esaudire le richieste dei clienti, il tutto con estrema cortesia.
Anche il prezzo è più che commisurato alla qualità del servizio. Ottimo sotto ogni punto di vista!

ANTONIA

L'opinionista
In una fredda serata di metà novembre abbiamo avuto la piacevole opportunità di sperimentare la cucina del ristorante “L’Osteria del Campanile”a Torrazza Coste.
Il locale, sito in pieno centro al paese con ampie possibilità di parcheggio nelle immediate vicinanze, si presenta arredato in maniera assolutamente creativa utilizzando arnesi ed oggetti tipici della tradizione contadina della zona; accolti da personale molto preparato (non sempre scontato!), gentile e disponibile siamo stati fatti accomodare in una saletta non vastissima per la precisione ma molto confortevole e calda.
Qui ci è stato offerto un graditissimo “benvenuto dello chef”e, per la precisione, un bicchierino contenente una spuma di molana con crema di cavolo viola e sopra semi di papavero; dal menù ho deciso di optare su tre portate consistenti in un antipasto di Tartare di fassona piemontese molto fine e servita con una riduzione di aceto balsamico; un primo piatto e più precisamente uno squisito Risotto di Zucca berrettina di Lungavilla e porcini mantecato in modo assolutamente eccezionale e, per concludere, una stupefacente e, devo ammettere, poco nota Trippa di baccalà con mousse di borlotti la quale è stata una piacevolissima scoperta!
Il tutto è stato accompagnato da una bottiglia di raffinato Roccapietra Cruasè e da un calice di Buttafuoco storico, quest’ultima felice opportunità non sempre scontata nel resto dell’anno.
E per concludere, visto che anche il portafogli ha il suo giusto ruolo, cosa dirvi sul prezzo….assolutamente congruo per il menù, le bevande ed il servizio!!
Provatelo e, statene certi, non ve ne pentirete!!!!!

NICOLA

Il degustatore

 

Sito web ufficiale: https://www.osteriadelcampanile.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.