Recensione La Locanda di Calvignano – Calvignano

“Consigliato per… pranzo o cena, elegante o casual”

LOCATION

Locanda pulita ed ordinata, adatta a pranzi/cene eleganti o casual.

Voto: 9/10

MENU

Menu vario con materie prime di qualità e qualche peculiarità del territorio. Impiattamento molto gradevole alla vista.

Voto: 9,5/10

SERVIZIO

Servizio impeccabile, preciso e gentile.

Voto: 10/10

PREZZO

Prezzo adeguato alla qualità dei piatti ed alla cura del locale.

Voto: 9/10

Per la nostra cena mensile la scelta è ricaduta sulla Locanda di Calvignano, tra Casteggio e Montalto: facilmente raggiungibile e data la posizione permette anche un giro con vista panoramica sulle colline d’Oltrepò. Il locale è molto curato, sia nell’aspetta che nella cucina: ci viene offerta un’entrèè di pasta brisè con ripieno di ricotta e spinaci per ingannare l’attesa, molto gradita. Il menu propone una buona scelta di antipasti, primi, secondi e dolci con qualche particolarità. Per iniziare ho scelto un antipasto classico ovvero tagliere di salumi con insalata russa, molto delicata e buoni i salumi con particolare menzione al salame. Un primo piatto di ravioli d’oca, delicati e… perfetti direi! Come secondo un fuori menù, a cui è difficile rinunciare: brasato di cervo con polenta di Storo: un cervo così tenero non l’avevo mai trovato prima, davvero squisito, e molto equilibrato nel sapore; il letto di polenta è stato un ottimo abbinamento, gradevole anche alla vista. Chiusura con un dolce fuori menù anch’esso e decisamente non della zona, ma fatto in casa poche ore prima: una pastiera napoletana che devo dire ricordava come sapore la pastiera, ma con una leggerezza che invece manca al tipico dolce partenopeo.
La scelta del vino è ricaduta su un Bonarda dell’azienda Travaglino, praticamente un km zero dato che l’azienda dista un paio di km dalla Locanda.
La cena è stata sicuramente avvalorata dalla cortesia del personale e dall’ambiente molto tranquillo, con tempi tra una portata e l’altra adeguati.
Il rapporto qualità/prezzo c’è, ma bisogna essere consci del fatto che con delle materia prime di qualità e con la cura nella lavorazione delle stesse non potrà essere un prezzo “basso”, come magari è possibile avere in altri ristoranti situati in collina.

LUCA

Il ricercatore
Questa volta, abbiamo scelto di cenare presso una bella locanda sita in quel di Calvignano. Il locale (per l’appunto, la Locanda di Calvignano) si presenta immediatamente come una location di tutto rispetto, molto ben tenuta, elegante e raffinata pur avendo al suo interno richiami ad una certa rusticità (come i quadri di utensili da cucina appesi alle pareti della sala) che smorzano l’effetto potenzialmente “altezzoso” del complesso. L’ottima accoglienza da parte del personale prosegue trasformandosi in una attenzione costante ma mai invadente, pronta a cogliere i bisogni del cliente, che si sente seguito e coccolato, per così dire. Decido di saltare l’antipasto e, dopo la delicata entrèe, passare subito al primo piatto: ravioli d’oca al burro e salvia. Ottima scelta, ripieno saporito ma delicato al contempo, giusta la dose di condimento. A seguire, tagliata di manzo – per i miei gusti, rigorosamente al sangue – con verdure grigliate: anche qui, buona qualità del prodotti ed esecuzione ottima. Per chiudere in bellezza, un cestino di pasta sfoglia al grasso d’oca (sì, niente burro ma grasso d’oca!) ripieno per metà di ganache al cioccolato, e per la restante metà di crema pasticcera con guarnizione di arance rosse. La friabilità di questa sfoglia era davvero impareggiabile, delicata e affatto unta – come alle volte capita che la frolla, invece, sia. Il tutto, da me perfettamente digerito, e io ahimè faccio parecchia fatica a digerire quando non sono io a cucinare!
Quindi, complimenti! Se amate la cucina con richiami anche forti alla tradizione, ma senza lesinare sulla qualità, provatela.

ANTONIA

L'opinionista
Sito nella splendida e suggestiva cornice del minuscolo ma pittoresco borgo omonimo, la “Locanda di Calvignano” ci accoglie in un ambiente ricco di fascino e di stile.
L’ambiente si presenta arredato in modo elegante, moderno e ben curato; di gestione familiare il locale può assolutamente vantarsi di un personale di sala molto disponibile e ben preparato che mette a proprio agio la clientela in tutti i modi possibili.
Posizione assolutamente panoramica che, nelle belle giornate, consente ai visitatori di spaziare la vista sulla sottostante Pianura Padana; di particolare importanza, anche, le ampie possibilità di parcheggio nelle immediate vicinanze del locale.
Dopo un “Benvenuto dello Chef” molto sfizioso che consisteva in una pasta brisè con ripieno di ricotta e spinaci, dal menù “alla carta” del ristorante ho apprezzato le seguenti portate: come antipasto un gustosissimo e morbidissimo flan di patate e broccoli; come primo piatto delle ottime tagliatelle alla rustica con bocconcini di manzo; come secondo, un piatto della nostra tradizione lombarda non facile da trovare nei ristoranti, precisamente un saporito Ragò di oca e verza con polenta di Storo; come dolce, infine, strudel di mele caldo con gelato alla crema. Il tutto è stato accompagnato da un buon vino rosso della locale Azienda vitivinicola Travaglino.
Il prezzo assolutamente adeguato per una cena completa e di gran spessore!! Posto assolutamente consigliabile a tutti e, per noi, da ritornare quanto prima!!!

NICOLA

Il degustatore

Sito web ufficiale: http://www.lalocandacalvignano.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.