Il Monte Lesima

Il Monte Lesima ha un’altezza pari a 1,724 m ed è situato al confine tra le province di Piacenza e Pavia, della quale costituisce il punto più elevato, tra le valli dei torrenti Avagnone e Boreca, entrambi tributari del fiume Trebbia.
Rappresenta una delle vette più alte dell’Appennino ligure superato solo dai monti del gruppo della Val d’Aveto.
La leggenda fa risalire il toponimo Lesima ai tempi di Annibale quando il generale cartaginese, accampato con i suoi uomini nella valle del fiume Trebbia, salì sulla cima del monte e si ferì ad una mano provocandosi una “lesa manus “da cui deriva il termine 2Lesima”.
L’altura si riconosce facilmente a causa della presenza di una postazione radar ENAV uso aeronautico proprio sulla sua sommità, affiancata da una grande croce, ed i suoi fianchi erbosi imponenti protendono in direzione nord-est dominando la valle del Trebbia.
Ai ripidi pendii orientali e settentrionali, contastano i morbidi pendii occidentali che uniscono la cresta del monte allo spartiacque Staffora-Trebbia.
La vetta si può raggiungere percorrendo i sentieri che si diramano dalla località Zerba in Val Boreca, provincia di Piacenza, oppure da Rovaiolo Vecchio, in provincia di Pavia oppure più comodamente, ma in modo assolutamente meno scenografico, lungo la carrozzabile Passo del Giova-Passo del Brallo.
Dalla vetta si può ammirare la Valle del Trebbia, il gruppo del Monte Antola e dell’Aveto, l’Oltrepò Pavese con la pianura padana, la Alpi dal Monte Rosa al Bernina e, in alcune giornate molto limpide, è possibile persino vedere un lembo del mare della Riviera ligure e la Corsica.
Sulla vetta vi è il confine tra le province di Piacenza, che posiede la maggior parte del monte, e Pavia; infine a pochi chilometri di distanza vi è la provincia di Alessandria.
Ultima nota: nel 2016 la Regione Lombardia ha istituito la riserva naturale “Le Torraie-Monte Lesima” nel comune di Brallo di Pregola (PV) allo scopo di valorizzare e tutelare l’Oltrepò pavese montano e la sua biodiversità!!!

Fonti per l’articolo:wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.