Due specialità oltrepadane

In questo articolo vogliamo offrire a voi tutti, care lettrici e lettori del nostro sito, altre due ricette di piatti oppure di specialità che da sempre caratterizzano la cucina del nostro Oltrepò.
La prima delle due ricette è la preparazione dei Bràsàdè, una sorta di ciambella tipica delle nostre zone; questa sorta di ciambella dura rappresenta uno dei dolci tipici più antichi dell’Oltrepò ed è alcentro di una sorta di disputa, assolutamente non violenta, tra i Comuni di Broni e Staghiglione circa la loro paternità.
Tuttavia la “patria”di queste ciambelle è da considerarsi la frazione Monteceresino di Santa Giuletta ove è tradizione tenerle unite con uno spago formando una sorta di collana con esse.

Ingredienti:

  • 1 kg di farina 00
  • 250 gr di burro
  • 100 gr di strutto
  • 300 gr di zucchero
  • 4 uova
  • 2 bustine di lievito vanigliato
  • buccia grattuggiata
  • di un limone
  • 1/2 bicchiere di cognac
  • 1/2 bicchiere di latte

 

Disporre la farina a fontana sulla spianatoia e porre all’interno dell’incavo glim ingredienti impastando con cura e aggiungere il latte solo se il composto risulta troppo duro.

Creare striscioline ed avvolgerle su se stesse oppure unire le estremità per formare le ciambelle.

Infornare a 180 gradi per 20 minuti circa.


Tartare di carne nota come Ciapulòn

Ciapulòn è il nome volgare della carne alla tartara, polpa scelta di manzo battuta finemente al coltello e guarnita con aromi e spezie, nome derivante dall’espressione dialettale “cipulà” cioè spiaccicato, spappolato, quello che alla fine risulta essere l’aspetto esteriore della carne al termine della lavorazione e della preparazione.

In alcune zone limitrofe all’Oltrepò la ricetta viene preparata con carne di cavallo.

Nel piacentino e nel lodigiano viene cotta con vino e spezie, diventando un piatto celebre di quei territori noto con il termine “picula d cavai”.

Ingredienti:

  • 200 gr di polpa di manzo
  • 1 cucchiaino di cipolla tritata
  • 1 cucchiaino di capperi tritati
  • 2 filetti di acciuga
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaino di cetriolo sottaceto tritato
  • 1 rosso di uovo facoltativamente
  • 1 cucchiaino di senape dolce
  • succo di 1/2 limone
  • alcune gocce di salsa worchester
  • olio, sale e pepe

Unire tutti gli ingredienti mescolandoli accuratamente.

Lasciare riposare il composto alcuni minuti prima di servire.

 

Buon appetito a tutti!

 

Fonti per l’articolo: wikipedia e il ricettario de “La Cantabrüna”agriturismo di Casteggio (PV)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.